Il parziale allentamento delle restrizioni nell’ormai famosa ‘fase 2’ riguarderà anche gli spostamenti in aereo. Anche se non è ancora chiaro quali viaggi saranno concessi, stando alle prime indiscrezioni i documenti che regoleranno il distanziamento sociale nel periodo di convivenza con il virus conteranno anche le indicazioni per i viaggi in aereo.

Le norme per chi vola
Innanzitutto c’è la questione del web check-in, una valida soluzione per ridurre le code, durante le quali bisognerà rispettare le distanze di sicurezza. Già Alitalia avrebbe inviato ai clienti una comunicazione in cui si invita a utilizzare il check-in a distanza.
Inoltre, sugli aerei è probabile che ogni passeggeri avrà al suo fianco un seggiolino vuoto. Ogni cliente dovrà anche portare obbligatoriamente la mascherina.
Le compagnie favoriranno l’imbarco con il jet-bridge. Nel caso in cui non fosse possibile, le navette avranno un limite massimo di passeggeri.
I tempi di attesa
È facile pensare che le nuove norme renderanno più lunghi i tempi di imbarco; ma d’altro canto è vero che per ogni aeromobile ci saranno meno passeggeri da imbarcare e questo, al contrario, potrebbe contribuire a ridurre le attese.
Il mondo del turismo è comunque in attesa delle norme precise che regoleranno il trasporto aereo nella fase 2. La cui durata è ancora tutta da definire.